blogVISITE GUIDATE ESPERIENZIALI

Alla scoperta di Cividale del Friuli sulle tracce dei Benandanti 18 ottobre 2020


Ogni luogo nasconde e cela dei misteri. Cividale con le sue strade strette, i passaggi fra i palazzi e gli accessi al Natisone custodisce gelosa i suoi segreti. Milioni di persone hanno solcato le vie di questa cittadina, con le loro storie, le loro gioie, ansie e paure. Ma c’era chi camminava per quelle stesse strade con un compito, una missione non voluta ma stabilita dalla nascita: i benandanti. Essi erano uomini e donne che, raggiunta la maggiore età, erano chiamati nelle notti delle Quattro Tempora a combattere come in un esercito contro streghe e stregoni per difendere i raccolti. Le uniche tracce del loro passaggio sono raccontate in fragili fogli di cartapecora, ingialliti dal tempo e vergati da calamo o piuma, custoditi negli archivi dei processi dell’Inquisizione. «Io sonno benandante perché vo con li altri a combattere quattro volte l’anno, cioè le quattro tempora, di notte, invisibilmente con lo spirito et resta il corpo; et noi andiamo in favor di Christo et li strigoni del diavolo, combattendo l’uno con l’altro, noi con le mazze di finocchio et loro con le canne di sorgo. Et se noi restiamo vincitori, quello anno è abondanza, et perdendo è carestia in quel anno».

Passi come questo sono il punto di partenza per i prossimi tour esperienziali, attraverso i quali è possibile scoprire i luoghi chiave di Cividale ed alcuni dei suoi segreti.
Il percorso si snoda tra Piazza del Grano (attuale Piazza Duomo), Piazza delle Donne (Piazza Paolo Diacono), la stretta della Giudaica, Piazza San Francesco seguendo i documenti degli inquisitori e si ferma al Monastero di Santa Maria in Valle per la visita del Tempietto Longobardo, tappa immancabile di una visita a Cividale.
Dopo l’attraversamento del Parco Urbano nell’ara del Rio dei Mulini, si prosegue nella seconda parte della passeggiata imboccando via San Lazzaro per giungere al Monastero di San Giorgio in Vado e al Giardino del Chiostro.


In prossimità dell’antico vado (guado) il sito si rivela una piacevole scoperta. Gli affreschi del martirio di Thomas Beckett e la rappresentazione di San Giorgio e il Drago riportano i presenti al XIV secolo. La visita al Giardino del Chiostro completa il percorso. Lunghi e approfonditi studi e molta dedizione hanno qui riscostruito e ridato vita alle ambientazioni tipiche dell’epoca monastica medievale. L’Hortus conclusus, il pomarium e il laboratorio di trasformazione delle erbe mediche e officinali riavvicineranno i partecipanti alle misteriose vicende dei benandanti e al loro passaggio, in un’atmosfera immersiva e sospesa.

@Maria Mattaloni @Sabrina Sorrentino

Sei pronto per questa avventura?

Prossimo appuntamento: domenica 18 ottobre 

Ore: 09:30
Numero minimo partecipanti: 2
Luogo di incontro: Informacittà Piazza Duomo 5, Cividale del Friuli
Costo: € 20 (include ingresso al tempietto  e visita al giardino del chiostro).
Bambini gratis fino a 10 anni con adulto pagante
Durata: 3 ore e mezzo circa
Prenotazione obbligatoria entro sabato 17/10 alle ore 17:00
Abbigliamento: scarpe comode, il tour prevede un percorso a piedi di circa tre chilometri.

L’itinerario può subire variazioni. In caso di maltempo il tour verrà rinviato.
Per prenotazioni: info@tribecaviaggi.com 0432.229345

*******
NORME DI SICUREZZA COVID-19
Si ricorda che la responsabilità individuale degli utenti costituisce elemento essenziale per dare efficacia alle misure generali di prevenzione per contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da covid-19. 
Si prega pertanto di prendere visione delle norme sotto indicate:
E’ vietata la partecipazione alle visite guidate a tutte le persone con termperatura corporea oltre i 37,5°C
La partecipazione alla visita guidata è consentita per un numero massimo di 25 persone
È obbligatorio mantenere la distanza di sicurezza di almeno 1 metro
E’ obbligatorio indossare sempre una mascherina, anche in stoffa, per la protezione del naso e della bocca
È consigliato l’uso del gel igienizzante messo a disposizione presso le entrate di chiese e musei
SI INFORMA INOLTRE CHE per ragioni di sicurezza sanitaria è necessario lasciare i propri dati che verranno conservati per 15 giorni e poi eliminati
Il personale in servizio presso gli infopoint vi richiederà pertanto nome cognome e recapito telefonico